LE MASSERIE

La qualità di un vino dipende soprattutto da ciò che la natura riesce a donare alle uve. Per questo l’Azienda Marramiero nutre le sue piante solo con prodotti naturali, tramite la coltivazione sotto il vigneto e il sovescio di piante leguminose ricche di sostanze nutritive. In questo modo le viti trovano un naturale equilibrio con l’ambiente circostante, riducendo al minimo l’aggiunta di trattamenti.
 
Massima attenzione viene riservata a tutte le fasi della lavorazione, dalla raccolta fino all’imbottigliamento per preservare tutta la freschezza e la genuinità delle uve, ed esaltare le caratteristiche di ciascun prodotto.

SANT'ANDREA - Rosciano


E’ stata la prima superficie vitata.
I suoi impianti risalgono  all’inizio dell’900 e rappresentano  il vero patrimonio storico culturale dell’azienda dalle quali provengono tutte le nuove barbatelle utilizzate per i nuovi impianti riprodotti in collaborazione con noti vivaisti italiani.
La masseria Sant’Andrea si estende a 280 m sul livello del mare per circa 50 ettari, di cui 30 vitati. In quest’area i vigneti ricevono dalla terra un nutrimento sopraffino grazie alla presenza di tufo e all’impasto prevalentemente argilloso del terreno.
 
E’ “riduttivo” però dire soltanto che siamo di fronte a terreni unici, bisogna vistare l’azienda incorniciata dai massicci della Maiella e del Gran Sasso a Ovest e dal Mar Adriatico ad Est,  e assaporare così gli odori i sapori determinati da questo fantastico microclima, che ci permette di produrre vini che in questi anni hanno segnato la strada dell’Azienda Marramiero incontrando e conquistando il gusto del consumatore nel mondo.
Nei 30 ettari, dove sono già iniziate le rotazioni, sono coltivati 24 ettari di Montepulciano, 2 ha circa di Chardonnay in zona Punta di colle, 2 ha circa di Pinot Nero per la nostra base spumante e 1 ettaro  sperimentale con 50 vitigni diversi tra autoctoni ed internazionale a conferma che la ricerca “continua”.

MILANO - Rosciano


Masseria Milano, sita nel Comune di Rosciano, si estende per circa 27 ettari. 21 ha sono vitati, 15 a Montepulciano e 6 a Pecorino, su 1 ettaro circa , attiguo ai vigneti, vi è un oliveto con le varietà Maurino, Frantoio, Itrana e Leccio del Corno, i restanti 5 ettari sono a bosco. Il terreno per la sua composizione,esposizione e giacitura, è altamente vocato alla coltivazione della vite e dell’olivo. Al centro del vigneto domina un antico casale del secolo scorso, interamente ristrutturato come in origine, riservato a sala degustazione ed eventi conviviali.

TRATTURO - Rosciano


Questo sito insieme alla Masseria Sant’Andrea rappresenta le radici storiche della famiglia Marramiero.
Il terreno è caratterizzato oltre che dalla sua composizione anche da un’esposizione a 360° e da una giacitura pianeggiante a circa 200 mt. s.m. dove si creano particolari condizioni di areazione  favorevoli  alla coltivazione della vite e dell’olivo e sul quale abbiamo impiantato 3 ettari  di vite Trebbiano e  700 alberi di olivo.
Nella Masseria Tratturo produciamo l’energia pulita per la nostra attività.

AMARELLO - Ofena


Nella piana conosciuta come il “forno d’Abruzzo” per le alte temperature che si raggiungono nel periodo estivo, si crea un microclima particolare con forti escursioni termiche tra la notte e il giorno.
Il terreno, completamente diverso da quelli più vicini alla costa dei “trabocchi” di Gabriele d’Annunzio, è caratterizzato dalla presenza di ciotoli che in milioni di anni si sono sgretolati dalle rocce circostanti creando un terreno molto drenante e arido  dove la vite deve sviluppare le sue radici in profondità alla ricerca di acqua e nutrimento.
In questo sito sono stati impiantati 6 ettari a Montepulciano, Trebbiano, Pecorino e Pinot Nero.